Tag Archivio per: #reportageweddingphotography

Tra tutti i momenti del matrimonio quello della preparazione degli sposi rappresenta l’inizio del racconto, un momento intimo fatto di attese ed emozioni.

Uno dei momenti più intensi che precedono il matrimonio è quello della preparazione degli sposi.  In questi speciali istanti, importanti e delicati, sarà presente anche il fotografo di matrimonio, per immortalare tutta l’emozione degli sposi e di chi la circonda.

Preparazione sposa

La sposa è la protagonista assoluta del matrimonio, richiede tempo e pazienza, tutto ruota intorno a lei; durante i preparativi le emozioni diventano palpabili e le foto di questi momenti avranno sicuramente un posto speciale nell’album del matrimonio.

Tutto l’ambiente racconta il matrimonio, il vestito appeso o sul letto, le scarpe a volte immacolate altre colorate, i gioielli orecchini e collana, i coloratissimi accessori per il make up e i fiori: da qui inizia la storia di questo giorno speciale.

La sposa viene ripresa durante gli ultimi ritocchi all’acconciatura, il trucco, il vestito e infine gli accessori. La preparazione è anche il momento delle domande, chissà come sarà, chissà come mi guarderà, gli piacerò con questo vestito e come sarà emozionante fare quei passi verso di lui.. e dall’altra parte lo sposo, spesso più emozionato della sposa, che si immagina l’attesa, che non vede l’ora di vederla, oggi bella come non mai, e sceglierla ora e ancora.

Preparazione sposo

L’atmosfera a casa dello sposo di solito è allegra e distesa, la casa è piena di gente ed è un via vai di testimoni e amici che non risparmiano scherzi e battute goliardiche allo sposo; si inizia con il fotografare i dettagli, foto rubate qua e là poi, inizia il servizio fotografico.

Un fotografo di matrimonio, utilizza ogni particolare per raccontare il matrimonio.

Tra una foto e l’altra lo sposo arriva ad infilarsi la camicia e generalmente da lì inizia il servizio; non manca mai una cravatta ribelle, la fascia dello smoking da indossare, il Papillon da annodare; puro reportage fotografico, foto spontanee, belle e divertenti.

Immancabile la foto della mamma o del papà che controlla la camicia, i gemelli e che tutto sia perfetto; c’è tempo per un brindisi, una foto di gruppo una con la nonna di sempre poi si parte..

Se cercate un fotografo matrimoni a Napoli potrete affidarti a Massimo Canfora, avrete così la certezza di un servizio fotografico professionale che custodirete con amore e grazie al quale potrete rivivere tutti i ricordi del giorno più importante della vostra vita.

Prenota un Appuntamento…
scopriamo insieme il tuo Album.

081 769 00 89
338 27 52 590
magazine_m@libero.it

La discrezione del fotografo è l’elemento principale per avere un risultato che sia spontaneo e naturale.

Nelle foto di un matrimonio l’atmosfera della giornata può essere raccontata davvero solo da foto spontanee. E solo un fotografo discreto e attento sa cogliere gli attimi più belli con protagonisti gli sposi. Lavorare in maniera discreta e silenziosa è fondamentale per riuscire a tirare fuori il lato spontaneo ed emotivo delle coppie fotografate. Nella maniera più naturale e spontanea che ci sia, poche pose, nessuna forzatura, molta discrezione.

Avere un comportamento discreto e poco appariscente è un aiuto fondamentale per fare foto che davvero comunichino spontaneità. La vera arma in più del professionista non è la tecnica sopraffina o l’attrezzatura all’avanguardia. Certo, queste caratteristiche ci vogliono e contano molto. Ma ciò che può fare la differenza nel matrimonio è la capacità del fotografo di essere discreto e praticamente invisibile. Questo permette di cogliere momenti al 100% naturali, perché quando gli sposi e gli invitati non sentono la “soggezione” dell’obiettivo, allora si comportano in maniera completamente spontanea, e la foto è infinitamente più vera e autentica di una costruita.

Sarebbe stato possibile ottenere questa naturalezza se il fotografo si fosse comportato in maniera ingombrante? No.

Un’altra fase molto importante per una migliore realizzazione di un reportage di nozze è quella di entrare in sintonia con la coppia: questo permettere a noi autori di creare un lavoro sempre diverso dall’altro, calibrandolo in funzione delle esigenze personali degli sposi e permette alla coppia di evitare l’imbarazzo di trovarsi di fronte degli sconosciuti che puntano l’obiettivo contro.

Conoscere meglio la coppia e comprendere bene le loro relazioni con amici e familiari ci permette anche di poter restituire porzioni di realtà, attimi autentici che prendono forma in un bacio, una carezza o uno sguardo di complicità.

Discreto e quasi invisibile, Massimo ricerca e trasmette emozione pura nelle sue fotografie grazie a scatti rubati e spontanei.

Prenota un Appuntamento…
scopriamo insieme il tuo Album.

081 769 00 89
338 27 52 590
magazine_m@libero.it

Ogni matrimonio è diverso e un bravo fotografo sa che certi momenti si ripetono indipendentemente dallo stile e dal carattere degli sposi.

Il servizio fotografico è un ricordo indelebile nella nostra vita, che testimonia al meglio il nostro grande giorno. A distanza di anni potrete sfogliare l’album delle foto insieme ai figli, amici e familiari, e rivivere quegli attimi incancellabili, emozionanti e divertenti.

La domanda che molto spesso si pongono gli sposi è come si svolge il servizio fotografico. Il fotografo segue tutti gli eventi della giornata, con descrizione e semplicità. Il suo scopo è quello di mettere a loro agio gli sposi e tutti gli invitati.

Gli scatti pre-cerimonia

Il ricordo della cerimonia nuziale parte dai preparativi. Il fotografo ha il compito di imprimere sulla pellicola la sposa mentre sistema il vestito, o l’acconciatura. Cogliere l’espressione dello sposo che attende il momento fatidico è impagabile, è il fotografo che ha il compito di cogliere e creare il ricordo.

L’ingresso della sposa in chiesa

L’ingresso nella chiesa della sposa accompagnata da suo padre, i paggetti e le damigelle che li precedono, il cuscino con le fedi, il saluto dello sposo sono solo i principali momenti da raccontare con la fotografia.

Lo scambio delle promesse

È senz’altro il momento più importante ed emozionante del matrimonio. Il sorriso, lo sguardo, le mani degli sposi devono essere ripresi e documentati in fotografie che raccontano un’emozione.

Firme e termine della cerimonia religiosa

Il reportage di matrimonio non richiede che gli sposi si fermano e si dispongano in posa, coglie l’istante così come viene, senza costrutti artificiali. È così che si ammirano foto che diventano vere e proprie opere d’arte.

Ingresso in sala e primo ballo

La magia continua nella sala ricevimenti dove gli sposi sono accolti dagli invitati che li aspettano per iniziare il rinfresco. Da questo momento in poi il fotografo è libero di ritrarre tutto quello che ritiene interessante per la buona riuscita del servizio fotografico matrimoniale. Il primo ballo vede gli sposi al centro della sala che iniziano a ballare e a vivere il giorno più emozionante della loro vita.

In molti casi il fotografo di matrimonio resta fino alla fine della festa, immortalando non solo il taglio della torta, ma anche il party finale con gli amici della coppia.

Massimo Canfora, una volta entrato in empatia con gli sposi, renderà ogni servizio fotografico di matrimonio nuovo, bellissimo e unico.

Prenota un Appuntamento…
scopriamo insieme il tuo Album.

081 769 00 89
338 27 52 590
magazine_m@libero.it

Un matrimonio è un evento indimenticabile, un momento della vita da ricordare e rivivere anche a molti anni di distanza.

Le foto di un matrimonio non sono soltanto semplici fotografie, ma opere artistiche che conservano emozioni e sentimenti espressi con un linguaggio visivo e diretto. L’album di nozze deve raccontare dettagli ed emozioni che hanno reso unico il giorno gli sposi si sono promessi amore eterno di fronte a parenti e amici.

Gli scatti del servizio fotografico matrimoniale possono far sentire nuovamente il profumo del bouquet della sposa, far battere il cuore come all’arrivo nel luogo della celebrazione e far muovere i piedi al ritmo della canzone del primo ballo.

Tipologie di album di nozze

I migliori fotografi per matrimonio offrono varie tipologie di album di nozze, che possono essere distinti principalmente in album classici con qualità di stampa elevata, pagine sottili e rilegatura centrale e in fotolibri con dimensioni ridotte, pagine spesse e rilegatura minimale.

I formati degli album nuziali sono essenzialmente tre:

il formato quadrato,

il formato rettangolare verticale,

il formato rettangolare orizzontale, detto panoramico.

Tipi di carta per gli album di matrimonio

Le carte si distinguono in due grandi famiglie:

carte fotografiche.

carte fine art.

Carte fotografiche

Le carte fotografiche sono stampate per mezzo di stampanti chimiche che agiscono su tre o quattro canali di colore, in alcuni casi sei. Hanno una buona risoluzione e resa cromatica a patto che il laboratorio di stampa tari regolarmente e opportunamente le proprie stampanti. Si dividono in opache e lucide e sono attualmente la soluzione con un ottimo rapporto qualità prezzo.

Carte fine art

Le carte fine art si distinguono in carta cotone, più costosa, e carta cellulosa, più abbordabili e sono stampate per mezzo di stampanti gicle’ a dodici colori.

Le finiture, oltre che lucida e opaca, le troviamo anche matté, cioè completamente prive di riflessi, che restituiscono una profondità dei neri straordinaria e contrasti mai visti con le carte fotografiche.

Costi dell’album di nozze

I prezzi di un album di nozze dipendono dal concetto di personalizzazione dell’album (copertina, materiale, colore e stampa), dal pacchetto scelto per il giorno delle nozze o dal tipo di servizio fotografico matrimoniale scelto dagli sposi.

In ogni caso, dopo il servizio fotografico, la coppia di sposi si ritroverà a selezionare le immagini del matrimonio da inserire all’interno nell’album tra una pre-selezione operata dal fotografo oppure in totale libertà.

Per realizzare un album di nozze elegante e suggestivo, sia nella versione tradizionale che con la tecnica digitale, è importante rivolgersi ad un professionista serio ed esperto, in grado di creare ambientazioni raffinate, scenografie originali e soprattutto di cogliere i momenti appassionanti e ricchi di emozioni.

Richiedi un preventivo senza impegno!

Via A.Manzoni, 189 – Napoli

081 769 00 89
338 27 52 590
magazine_m@libero.it

Il bacio, nella maniera più immediata e platonica nella quale si è soliti pensarlo, è una manifestazione d’amore.

Cos’è un bacio? ‘‘Un apostrofo rosa fra le parole “t’amo”, risponderebbe il poeta e drammaturgo francese Edmond Rostand.

Un gesto tanto puro, semplice ma ricco di significato e sentimento, considerato da sempre la più bella espressione dell’amore.

Quando il fotografo vi consegnerà finalmente il vostro album di nozze, rivedrete le foto che hanno immortalato tutti gli attimi più salienti di quell’indimenticabile giornata e vi accorgerete di quanti baci vi siete dati quel giorno!

La tradizione vuole che gli sposi si scambino gesti d’affetto davanti all’altare, dopo l’ingresso della sposa e al fatidico sì. Una cosa è certa, il bacio tra gli sposi sulle labbra resta il gesto più romantico, purché non sia soltanto “a stampo”, ma travolgente e passionale, come quello “alla francese”. Può essere anche un momento di gioco in cui gli sposi per un attimo si estraniano dalle tensioni, per cercare quell’intimità che solo il bacio può donarti! È il cosiddetto “bacio a farfalla”, intenso e sensoriale, in cui le labbra si sfiorano leggere e veloci proprio come le ali di una farfalla.

Ci sono invece alcuni sposi che, nei momenti in cui dovrebbe esser scontato concedersi un bacio passionale, arrivano ad abbracciarsi, a guardarsi solo negli occhi o addirittura a concedersi un timido bacio sulla guancia che esprime di solito amicizia e tenerezza.

Molti baci saranno spontanei, altri verranno richiesti a gran voce dal coro unanime degli invitati che al grido di “bacio bacio bacio” chiederanno questo gesto d’amore.

Al fotografo quindi, non mancheranno occasioni per immortalarvi durante momenti speciali, con diversi scenari, soli o tra gli invitati. Provate a immaginare le bellissime foto che vi scatterà e che troverete nel vostro album di nozze.

Massimo Canfora saprà catturare e confezionare con cura tutte le emozioni di quel giorno, in modo che anche a distanza di anni, l’anima e i ricordi si conservino vividi e intatti nel tempo.

Richiedi un Appuntamento:

Tel. 338 27 52 590

Il matrimonio è il giorno più atteso, sognato e programmato. Viverlo intensamente è molto importante, ma lo è ancora di più lasciare un ricordo.

Massimo Canfora, una volta entrato in empatia con gli sposi, renderà ogni servizio fotografico di matrimonio nuovo, bellissimo e unico.

Gli scatti pre-cerimonia

Il servizio fotografico inizia con la vestizione della sposa, in cui il fotografo di matrimonio si concentra sui piccoli dettagli come scarpe, accessori e gioielli per raccontare l’inizio del giorno più importante della propria vita. Lo stesso fotografo si recherà a casa dello sposo.

L’ingresso della sposa in chiesa

L’ingresso della sposa in chiesa è il primo grande momento, ricco di emozioni che devono essere catturate dallo scatto. L’ingresso nella chiesa della sposa accompagnata da suo padre, i paggetti e le damigelle che li precedono, il cuscino con le fedi, il saluto dello sposo sono solo i principali momenti da raccontare con la fotografia.

Lo scambio delle promesse

Il sorriso, lo sguardo, le mani degli sposi devono essere ripresi e documentati in fotografie che raccontano un’emozione. Il servizio fotografico matrimoniale deve raccontare momento dopo momento questa parte della cerimonia.

Ingresso in sala e primo ballo

La magia continua nella sala ricevimenti dove gli sposi sono accolti dagli invitati che li aspettano per iniziare il rinfresco. Il buffet, i tavoli, i fiori sui tavoli, ogni particolare riceve la giusta attenzione dal fotografo, che deve documentare ogni instante dall’ingresso degli sposi al saluto degli invitati. Da questo momento in poi il fotografo è libero di ritrarre tutto quello che ritiene interessante per la buona riuscita del servizio fotografico matrimoniale.

Il ballo degli sposi

Il primo ballo vede gli sposi al centro della sala che iniziano a ballare e a vivere il giorno più emozionante della loro vita. Gli scatti devono essere veloci e devono catturare i sentimenti vivi che solo uno sguardo, un abbraccio possono dare.

Un po’ di foto in posa

Dopo le prime foto spontanee ci sarà spazio per qualche scatto di gruppo in posa, specie con i genitori, i testimoni e le damigelle.

Torta nunziale

Grande onore al momento del taglio torta che, più che un corollario delle nozze, assume il ruolo di momento clou: sarete i protagonisti della scena e degli scatti fotografici insieme ai dettagli del tavolo torta, del cake topper e alla foto del brindisi con genitori e testimoni.

Scegliere lo Studio Fotografico Massimo Canfora significa affidarsi ad un fotografo di matrimonio originale il cui unico obiettivo è quello di raccontare la magia del giorno del matrimonio in maniera unica e spontanea creando un servizio fotografico per il tuo matrimonio unico ed originale.

Fissa un appuntamento!

Cose da fare 6 mesi prima del matrimonio: dalle faccende burocratiche da sbrigare fino ai dettagli e ai particolari più piccoli per rendere il giorno delle vostre nozze unico e indimenticabile…

Organizzare un matrimonio non è cosa da poco. È opportuno saper pianificare per tempo ogni singolo dettaglio ed aver ben a mente i preparativi necessari via via che si avvicina la data stabilita. Sei mesi è un lasso di tempo ragionevole per iniziare a entrare sempre più a fondo nell’organizzazione del matrimonio.

  1. Lista degli invitati

È ancora presto per distribuire gli inviti ma questo è il momento perfetto per iniziare a mettere nero su bianco la lista degli invitati. Parlatene insieme e buttate giù una lista provvisoria.

  1. Scegliere i testimoni di nozze

Non lo avete ancora fatto? In genere conosciamo i nomi dei testimoni di nozze fin da quando abbiamo cominciato a sognare il giorno del matrimonio. Organizzate una cena, un week end fuori porta, una sessione di shopping per dirglielo: 6 mesi prima del matrimonio è il tempo minimo per lasciare loro tutto il tempo per potersi organizzare e per aiutarvi al meglio in questa delicata fase di preparativi.

  1. Decidere se procedere con lista di nozze o lista viaggi

A 6 mesi dal matrimonio è arrivato anche il momento di decidere se procedere con una classica lista di nozze o se preferire aprire una lista viaggio presso un’agenzia. La lista nozze è utile se avete appena preso casa insieme o se avete in mente un relooking di allestimenti e decorazioni.

  1. Mettersi in forma

È giunto il momento di pensare alla vostra forma fisica: non rinviate ancora, altrimenti rischierete di ridurvi all’ultimo minuto ottenendo scarsi risultati.

  1. Definire i documenti per la pianificazione del matrimonio

È bene controllare che tutti i documenti necessari per l’iter burocratico siano a posto e anche patente, passaporto o carta di identità nel caso abbiate pianificato la luna di miele fuori dall’Unione Europea. Se necessario, richiedete anche la patente internazionale.

Non hai ancora scelto il fotografo delle tue Nozze?

Fissa un appuntamento!

tel.081 769 00 89
cell.338 27 52 590
email.magazine_m@libero.it

Gli invitati sono una parte essenziale del matrimonio. Ma ci sono alcune cose che potrebbe turbarli. Sapete quali? Scopritelo con noi!

Organizzare il matrimonio perfetto significa senza dubbio creare una cerimonia all’altezza delle proprie fantasie: è innegabile però che il pensiero vada agli invitati e alle scelte migliori da compiere per far felici tutti coloro che saranno protagonisti in un giorno speciale.

  1. Eccessivo ritardo della sposa in Chiesa

Secondo il galateo l’arrivo dello sposo deve precedere necessariamente quello della sua futura moglie. Per quanto riguarda la sposa invece, come ben sappiamo uno dei rituali d’obbligo è che, prima di fare il suo ingresso in chiesa si faccia attendere per circa 15 massimo 20 minuti. Affinché gli invitati non si spazientiscano è importante non protrarre eccessivamente i tempi di quest’attesa, specialmente se vi sposerete nelle stagioni più calde.

 

  1. Richiedere un outfit specifico

Avete scelto di celebrare le nozze con un tema specifico e avete già pensato agli allestimenti per la sala del ricevimento e a dettagli in perfetto stile? Molto probabilmente starete pensando di chiedere ai vostri invitati la loro collaborazione con un outfit specifico. Questo a qualcuno potrebbe dar fastidio, magari sentendosi a disagio vestendo con degli indumenti che non rispecchiano la sua personalità!

 

  1. Troppi distanza tra il luogo della cerimonia e ricevimento

La cerimonia che si svolge in un luogo un po’ troppo distante dalla location in cui avrà luogo il ricevimento, potrebbe infastidire alcuni invitati, soprattutto quelli più anziani. È bene metterli al corrente da subito dell’effettiva distanza. Nel caso in cui invece possiate optare per un ristorante più vicino siamo certi che ve ne saranno grati, non tutti sono propensi a spostarsi eccessivamente soprattutto al ritorno dopo una lunga giornata.

  1. Troppa attesa

Al termine della cerimonia, gli sposi sono soliti andare a fare la parte più corposa dello shooting fotografico e vengono solitamente attesi dagli invitati alla location. È giusto ritagliarsi il tempo necessario per realizzare gli scatti del giorno più bello della vostra vita, ma concordate con i gestori della location un mini aperitivo durante il quale potranno rilassarsi e tamponare anche la fame. In questo modo, se i tempi dovessero dilungarsi, nessuno si lamenterà!

Per il tuo giorno più importante a Napoli o in tutta la Campania scegli i servizi eleganti e spontanei di Massimo Canfora!

  1. Bar a pagamento

Infine, se al termine del banchetto nuziale avete previsto una festa in discoteca in cui gli invitati più giovani possano finalmente sfilarsi le scarpe e ballare a piedi nudi in pista, tenete in considerazione l’eventualità di organizzare un open bar. Tra un ballo e l’altro siamo certi che vorranno bere un cocktail e l’idea di dover pagare il loro drink non sarebbe molto gradita.

Basta qualche piccolo accorgimento per far sì che i vostri cari tornino a casa con il sorriso sulle labbra!

Massimo Canfora Fotografo Matrimonio Napoli. Uno stile delicato, professionale e lo sguardo attento per raccontare le tue nozze a Napoli.

Fissa un appuntamento:

081 769 00 89
338 27 52 590
magazine_m@libero.it

Giugno è una delle stagioni più gettonate per sposarsi. L’aria si fa più calda, ma non ancora afosa, e il cielo è più terso, con minori possibilità di pioggia.

Più di ogni altro mese, è infatti quello che normalmente promette giornate più lunghe e calde, ma senza essere troppo afose. In più, le scuole finiscono e c’è profumo di vacanze nell’aria: cosa c’è di meglio di una giornata di festa all’aperto?

È importante però non commettere alcuni errori sull’organizzazione.

Come prevenire i problemi più comuni?

Eccone alcuni:

  1. Orario sbagliato.
  2. Pioggia
  3. I migliori fotografi non più disponibili.

Se cerchi un fotografo per il tuo matrimonio a giugno è importante richiedere un preventivo subito.

1.A che ora sposarsi a giugno?

Nel considerare l’orario della cerimonia ci si potrebbe dimenticare di verificare a che ora è il tramonto a giugno e per questo perdersi i momenti con la luce migliore. La passeggiata per le foto dopo la cerimonia è un momento importante del servizio fotografico in quanto gli sposi hanno finalmente il tempo di poter trascorrere alcuni minuti insieme prima di tornare ai festeggiamenti con amici e parenti.

2.Cosa fare se piove a giugno?

Sposarsi a giugno significa anche mettere in conto che potrebbe piovere quindi procurarsi un ombrello che sia nello stile del matrimonio. Fondamentale è scegliere un fotografo che sappia mostrarti che tipo di foto ha fatto sotto la pioggia. Non puoi prevedere il tempo ma puoi scegliere chi ha le capacità e l’esperienza giusta per garantirti il risultato.

3.Quando prenotare il fotografo per sposarsi a giugno?

Essendo un mese molto richiesto per giugno le date vengono prenotate con molto anticipo, quindi se ti sposi a giugno non aspettare per contattare il fotografo che ti piace.

Il mese di giugno è tra i mesi preferiti dagli sposi, quindi, per non rischiare di dovere rinunciare al fotografo dei vostri sogni, il consiglio è di prenotare con largo anticipo.

Fissa un appuntamento:

338 27 52 590

magazine_m@libero.it

L’ingresso della sposa è uno dei momenti più attesi del matrimonio.

La sposa, con il suo magnifico e spettacolare abito bianco, è un’icona di bellezza, di fascino e di eleganza, prima protagonista di una giornata speciale.

Stai cercando un fotografo di matrimonio dallo stile elegante e raffinato? Massimo Canfora unisce lo stile spontaneo del reportage alla cura dei migliori ritratti posati.

La sposa deve essere l’ultima ad arrivare, proprio per essere totalmente al centro dell’attenzione. Il galateo vuole infatti che l’arrivo del partner la preceda di almeno 15-20 minuti. La sposa invece arriva accompagnata dal padre con un ritardo non superiore ai 10-15 minuti.

La sposa arriva davanti al luogo della cerimonia dove vi è il padre ad aspettarla, pronto ad aiutarla a scendere dal mezzo di trasporto prescelto per le nozze e a omaggiarla con il baciamano, secondo quanto prevede il galateo. Ma sono sempre più numerosi i padri che, pur seguendo i principali dettami del bon ton, in questa precisa fase si lasciano andare a più spontanei abbracci paterni.

A siglare l’arrivo e la “camminata” verso l’altare è la musica, che può spaziare dalla tradizionale marcia nuziale a componimenti classici differenti. Il galateo vuole che la sposa assuma un portamento quasi regale, perciò lo sguardo sarà sempre alto verso lo sposo e l’altare, mai abbassato a fissare piedi o pavimento. Il passo deve essere lento ma deciso al tempo stesso, in modo da lasciarsi ammirare da amici e parenti in tutta la propria bellezza. Sono comunque sempre più numerose le spose che, oltre a guardare il proprio partner mentre percorrono la navata, si girano a destra e sinistra per omaggiare i presenti con un saluto discreto.

Il velo della sposa deve essere abbassato dal padre prima del rito d’ingresso e tenuto così fino all’arrivo sull’altare quando sarà ancora lui a rialzarlo, affidandola così al futuro marito dopo avergli stretto simbolicamente la mano. Alcuni, dopo aver scoperto il volto della sposa, le baciano la fronte in un gesto dalla forte carica emotiva.

Vuoi contattarci per appuntamento o per ricevere un preventivo?

Clicca qui!